Docenti > Antonio Vivenzio



Antonio Vivenzio č diplomato con il massimo dei voti al Conservatorio G. Verdi di Milano, al biennio di specializzazione in pianoforte jazz, sotto la guida dei maestri Greg Burk e Antonio Zambrini. Inoltre č diplomato con lode in pianoforte jazz presso i Civici Corsi di Jazz di Milano, dove ha studiato con il maestro Paolo Birro e con il maestro Franco D'Andrea.
Ha studiato pianoforte classico e ha conseguito nel 2001 gli esami di quinto anno e di armonia al Conservatorio Verdi di Milano.
Negli anni ha seguito diverse masterclass con grandi musicisti tra cui John Taylor, Kenny Werner, Stefano Battaglia, Bob Moses, Avishai Cohen, Eric Harland, Steve Cardenas.

Ha collaborato dal 2009 al 2011 con l'orchestra Civica Jazz Band diretta dal maestro Enrico Intra, grazie alla quale ha avuto l'opportunitā di suonare, tra gli altri, con Enrico Rava, Gianluigi Trovesi, Giovanni Falzone, Fabrizio Bosso.
Collabora come pianista in diverse formazioni, tra cui Andrea Andreoli quintet, Marcella Malacrida quintet, Prima Luz duo, The Guilty Lab, Unagi Experience. Oltre ad esibirsi nei concerti ha inciso con loro diversi album.
Dal 2009 č il pianista della Monday Orchestra diretta da Luca Missiti, con la quale ha partecipato a numerose rassegne e festival e suonato con solisti ospiti del calibro di Randy Brecker, Dick Oatts, Mauro Negri, Emanuele Cisi, Rudi Migliardi, Tullio De Piscopo.

Nel 2015 incide il suo primo album in trio, con composizioni originali, accompagnato da Claudio Ottaviano al contrabbasso e Filippo Sala alla batteria.

Nel 2010 č finalista al concorso European Jazz Contest. In piano solo partecipa alla quinta edizione del prestigioso concorso internazionale di pianoforte jazz Martial Solal che si tiene a Parigi ogni quattro anni.
Nel 2013 vince il primo premio al concorso Chicco Bettinardi per Nuovi Talenti del Jazz.

Insegna pianoforte moderno all'Accademia di musica Heitor Villa Lobos di Paderno Dugnano.